pulshomemalg
puls storia malg
puls castello malg
pulspersmalg
pulsstelemalg
pulsgragmalg
pulsprodmalg
pulscomemalg




Agnello di Zeri 
Caciotta della Lunigiana 
Pecorino della Lunigiana 
Farina di Castagne della Lunigiana 
Amaro Clementi Elixir di Fivizzano 
Fagiolo di Bigliolo 
Funghi della Lunigiana 
Lardo di Colonnata 
Spongata Lunigianese 
Mele Rotella della Lunigiana 
Miele della Lunigiana ( 1° Dop italiano) 
Mortadella della Lunigiana 
Filetto della Lunigiana 
Olio extra Vergine di Oliva Apuolunigianese 
Testarolo della Lunigiana 
Panigaccio della Lunigiana 
Torta d'erbi della Lunigiana 
Cipolla di Treschietto 
Lasagne Bastarde 
Barbotta 
Marocca di Casola 
Vermentino dei Colli di Luni 
Candia dei Colli Apuani 
Pane di Vinca 
Focaccia con le fogli di Castagno 
Funghi Porcini 
Cavolo Spezzino 
Lattuga Sarzanese 
Zucchine di Sarzana 
Farinata 
Cozze spezzine 
Acciughe di Monterosso
prodtipimag1prodtipimag2prodtipimag2
prodtipimag3prodtipimag4
I boschi di Lunigiana caratterizzano il panorama intero della Toscana settentrionale coi loro bei colori e le grandi spazi. Questo naturale ambiente incontaminato ed affascinante offre una grande varieta'  di attività a seconda dellle stagioni :  camminate a contatto con la natura incontaminata caccia e raccolta di prodotti del sottobosco, castagne, senza dimenticare il prodotto più apprezzato dai residenti e non il re dei funghi  il "Boletus Edulis" .
I testi di ghisa sono un antico mezzo con cui i lunigianesi 
cuocevano e cuociono  i piatti della loro tradizione. 
Si compone di due parti, la prima fatta a forma di teglia 
la seconda che funge da coperchio a forma di campana. 
Le due parti Vengono fatte scaldare direttamente ponendole su un fuoco di legna fino a quando la cenere posta su di essi comincia a formare dei lapilli. 
I piatti tipici cotti con questo metodo sono ad esmpio : 
il pane con le foglie di castagno, la torta d'erbi, la barbotta, 
il testarolo.